• Vorresti eliminare definitivamente il problema delle formiche nella tua casa o nei tuoi locali?
  • Vorresti eliminare lo stress che creano in te questi piccolissimi e fastidiosissimi animaletti?
  • Vorresti evitare che si manifestassero in te o nei tuoi familiari o nei tuoi clienti allergie e quant’altro dovute alla presenza di formiche?
  • Vorresti finalmente ‘stanare’ questi insetti in ogni angolo più remoto delle tue stanze?
  • Ti piacerebbe affidarti a veri esperti che risolvano una volta per tutte i tuoi ‘sgradevoli’ problemi

Paradigma risolve tutti i tuoi problemi. Siamo specializzati nella DISINFESTAZIONE DI FORMICHE di qualsiasi genere ed operiamo nelle province di PESARO, RIMINI E ANCONA.

Richiedi un preventivo gratuito o contattaci per ricevere un tempestivo intervento!

//www.disinfestazioniepiscine.it/wp-content/uploads/2017/03/banner-contatti-r1.jpg

Perché affidarsi a Paradigma


SERVIZIO 24/7

Ti offriamo un servizio tempestivo e di efficacia garantita. Il nostro numero è attivo 24 h su 24 !

PROFESSIONALITà E RISPARMIO TEMPO

Con noi risparmi tempo ed hai un lavoro fatto da professionisti!

ESPERIENZA DA OLTRE 20 ANNI

Siamo nel campo della disinfestazione da oltre 20 anni!

PRODOTTI EFFICACI

Utilizziamo esche apposite e professionali, difficili da trovare in commercio!

DISINFESTAZIONE DEFINITIVA

Una volta effettuata la disinfestazione delle formiche, non dovrai più preoccuparti di niente!

SALVAGUARDIA E PREVENZIONE

Studiamo dei veri e propri piani preventivi di disinfestazione per evitare di compromettere l’igiene della tua casa o locale e salvaguardare la tua salute!

Per eliminare definitivamente le formiche dalla tua casa contattaci!

Scegliere Paradigma vuol dire…


Da anni ci occupiamo di eliminare questi fastidiosi ed insidiosi animali da alberghi e abitazioni private attraverso un collaudato sistema in tre fasi che prevedono:

  1. ISPEZIONE
  2. DISINFESTAZIONE DI FORMICHE VERA E PROPRIA

1) La fase di ispezione richiede particolare attenzione per individuare i punti in cui possono essersi annidate le cimici.

Il riconoscimento della specie, come sempre, è importante per ricavare informazioni circa il comportamento e la probabile localizzazione dei nidi, le preferenze alimentari (per scelte tra esche a base zuccherina o a base proteica).

Inoltre, occorre verificare la presenza di condizioni predisponenti quali:

  • Scarsa pulizia ed igiene.
  • Ristagno di umidità, strutture in legno che toccano basamenti umidi, perdite d’acqua da tubi.
  • Crepe nelle fondazioni o nelle infrastrutture superiori.
  • Composizione e profondità del terreno nei giardini.
  • Presenza di piante infestate da insetti che producono melata (afidi, metcalfa)
disinfestazione pesaro
disinfestazione formiche

2) La fase di disinfestazione di formiche avviene a seconda delle possibilità di combinazione dei tre seguenti metodi di intervento:

  1. Modifica dell’ambiente per renderlo non favorevole allo sviluppo delle colonie (eliminazione delle perdite d’acqua, eliminazione delle fonti di cibo).
  2. Interventi meccanici: chiusura e sigillatura di crepe, fessure, passaggi. Sfalcio regolare o rimozione della vegetazione attorno agli edifici.
  3. Interventi chimici: utilizzo di formulati ed azione residuale (o esche):
    • polvere secca nelle fessure (intercapedini)
    • formulati liquidi fatti percolare all’interno dei nidi
    • esche basate su regolatori di crescita.
disinfestazione pesaro

I nostri nemici: le Formiche


Nell’ambito della loro società le formiche svolgono differenti funzioni. Un gruppo di individui simili per età e per forma corporea, specializzato per svolgere una particolare funzione è definito CASTA.

Le caste presenti nella colonia delle formiche sono tre: regine, maschi ed operaie.

  • Le regine sono femmine fertili, in grado di deporre le uova.
  • maschi sono fertili, anch’essi alati come le regine, ma muoiono dopo l’accoppiamento.
  • Le operaie sono femmine sterili di forma e taglie varie, ad esempio operaie modificate danno luogo al gruppo dei soldati che presentano testa e mandibole più sviluppate. Le formiche operaie provvedono all’ampliamento del nido, allo scavo di nuove gallerie, e in numero minore alla ricerca del cibo.

Formazione delle colonie:
Le formiche possono creare nuove colonie in modi differenti. Conoscere le modalità di formazione di una nuova colonia aiuta nel comprendere quali possano essere le più idonee strategie di lotta da impiegarsi.

In alcune specie le nuove regine rimangono nel nido e contribuiscono alla crescita della colonia di origine. Nella maggior parte dei casi maschi e femmine (fertili ed alate) escono dai nidi distribuiti su di un’area anche ampia e volano verso il luogo di congregazione, a volte nel medesimo luogo in anni differenti. Questi voli nuziali possono sovente verificarsi dopo un evento climatico.

Un oggetto presente nel paesaggio (ad es. un cespuglio) può fungere da punto per la confluenza dei differenti sciami. Quando le alate raggiungono la destinazione sciamano verso il terreno o verso l’aria e compiono gli accoppiamenti.

Dopo l’accoppiamento le nuove regine fecondate ricercano un luogo favorevole per il nido. Dopo aver rimosso le ali scavano una camera nel terreno o nel legno ove depositano le uova. La maggior parte di queste servirà come cibo per la regina e per le prime larve che si svilupperanno. La regina può ricevere nutrimento anche dalle proprie riserve lipidiche e dai muscoli alari inutilizzati che sono riassorbiti.

//www.disinfestazioniepiscine.it/wp-content/uploads/2017/03/paradigma-colonie-formiche.jpg
//www.disinfestazioniepiscine.it/wp-content/uploads/2017/03/paradigma-colonie-formiche-2.jpg

Dopo la comparsa dei primi operai, questi provvederanno alla ricerca del cibo, alla espansione del nido e alla alimentazione delle larve. A questo punto l’unica funzione svolta dalla regina è la deposizione di uova. Dopo aver raggiunto una considerevole forza, intesa come numero di individui presenti nella colonia, un nuovo gruppo di esemplari alati può staccarsi dalla colonia stessa. Il tempo che intercorre tra la formazione della colonia e la nuova produzione di forme alate varia in funzione delle specie. Solitamente l’intervallo di tempo varia da 2 a più anni.

Le specie definite formica faraone e formica argentina non compiono il volo nuziale. In queste specie l’accoppiamento avviene all’interno o in prossimità del nido. Pertanto per queste specie la moltiplicazione della colonia avviene per scissione. In questo caso una o più regine ed un gruppo di operaie, alcune possono portare del cibo, si separano dalla colonia e migrano verso un nuovo sito.


Richiedi un preventivo gratuito o maggiori info

Dichiaro di aver letto e accetto la politica di privacy ai sensi del Regolamento EU n. 679/2016.